0

Chain-Frusaglie

Siete mai entrati da ChainFrusaglie, in Sarpi, a Milano?
Chainfrusaglie è una di quelle botteghe che non si capisce bene cosa vende anche se quando entri rischi di trovarci di tutto.
Chainfrusaglie è nata nei primi del ‘900. Oggi viene gestita dal Signor Vittorio Tuttecose che puntualmente trova una scusa per rinfrescarmi la memoria: “Giovinotto, ai tempi mica si chiamava Chainfrusaglie questo posto qui. Il mio bisnonno è arrivato prima che diventassimo ChinaTown. La bottega si chiamava “Quello che ti serve. Poi siamo diventati Chinatown e avremmo potuto chiamarla “Quello che ti selve” ma abbiamo preferito Chainfrusaglie e questa è stata la nostra fortuna. Qui puoi trovare tutto quello che non si trova. Cosa ti serve?”.
Cosa mi serve? Niente in realtà.
Però il gioco si sta facendo interessante ed è per questo che provo a chiedergli sempre qualcosa di introvabile: “Oggi sono qui perché vorrei completare una collezione di Gesti” faccio io, convinto di metterlo in difficoltà improvvisandomi collezionista professionista.
Vittorio mica si lascia intimorire dalla mia risposta a tratti spocchiosa: “Che serie di Gesti cerchi?”
E io mica lo sapevo che i Gesti sono come i soldatini. Ne esistono di ogni tipo, colore e dimensione.
Avevo appena fatto la mia ennesima figuraccia col Signor Vittorio Tuttecose.
“Vieni qui, avvicinati” prosegue Vittorio “Ti faccio vedere la collezione più pregiata di Gesti. Si chiamano i Gesti Combattenti che Resistono. Sono i Gesti che nonostante tutto continuano ad esserci e quest’anno sono schizzati di valore. Guarda qua: questi son due ragazzini che corrono verso la scuola con lo zaino gigante sulle spalle. Poi abbiamo un ragù che cuoce dentro la pentola, dei piedi che si scaldano sotto le lenzuola, una passeggiata semplice semplice semplice, una lettera a Babbo Natale pronta per essere spedita e…”
E io sono ancora qui accanto a Vittorio che mi mostra la sua collezione di Gesti Combattenti che Resistono. Succede che ogni volta che voi ne pensate uno, questo appare magicamente sul suo tavolo. Come un soldatino.

Qual è il primo Gesto Combattente che vi viene in mente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *