0

Il mare non ha mai dato la colpa a nessuno.

Leggevo che il mare è la strada preferita dal vento che, per come me lo immagino io, è la creatura più libera del mondo. Forse per questo è normale che sogni di essere libero quando hai di fronte il mare. Forse per questo è normale immaginare una vita con tutte le cose a posto quando ascolti le onde che hai davanti. Forse per questo è normale voler stare dall’altra parte quando sai che alle tue spalle non hai più nulla. Forse per questo è normale pensare al mare come l’unica strada verso la libertà e la vita, quella vera, quella più normale possibile.

Ho scoperto che oggi è la giornata mondiale del rifugiato ed è proprio in questo periodo però che molti pensano al mare come un cimitero o come un luogo di morte. Ma il mare non ha mai ucciso nessuno. Il mare non ha motivo di uccidere nessuno. Il mare può essere calmo o agitato, caldo o ghiacciato e l’uomo l’ha sempre saputo. L’uomo invece può essere buono o cattivo. E quello cattivo ha imparato a dare la colpa agli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *