0

Gexter…

Avete chiamato Gexter? Eccomi. Da un primo esame visivo, possiamo notare come le gocce di sangue siano disposte in modo radiale. La composizione della chiazza inoltre è di tipo sedimentario: questo vuol dire che l’autore della scena ha usato diverse volte la lama e l’ha fatto con estrema sicurezza. Non fatevi distrarre dagli uncini in alto. Restate concentrati sul liquido ematico, guardate bene il colore. Cosa notate? Forza su, non abbiate paura di sbagliare. Vedete quanto è chiaro il sangue? E cosa vuol dire questo? Che il cliente aveva troppa premura. Praticamente cosa è successo: nei giorni scorsi il meteo metteva pioggia, il cliente allora era troppo rassegnato e ieri non ha fatto la spesa. Ma oggi alle 11 è spuntato il sole ed è corso subito dal macellaio, ha chiesto due kili e mezzo di agnello al macellaio e senza neanche farselo imbustare è corso a metterlo sulla griglia. Del criminale adesso non abbiamo notizie, ma se volete acciuffarlo vi consiglio di andare al Carrefour domattina, reparto brioschi. Il caso è chiuso. Saluti dal vostro Gexter, o GeroGeroSette… Fate voi.

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://www.iogero.it/2016/05/03/gexter/
INSTAGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *